Libri

Libri da leggere a luglio

Ho una lista infinita di libri da leggere.

Non solo di libri-da-leggere-almeno-una-volta-nella-vita, ma di libri che possiedo, che prendono il sole (non la polvere, perché il mio appartamento sarà anche un disastro, ma le mie librerie sono più ordinate e pulite di tutte le biblioteche possibili) sugli scaffali di casa, in attesa del loro momento. Alcuni sono prestati da amici, altri della biblioteca, ma la maggior parte sono volumi comprati o ereditati millenni or sono che non ho ancora avuto l’opportunità di iniziare.

Un particolare che mi rallenta al momento di scegliere cosa leggere è che sono una mood reader, ovvero scelgo il romanzo adatto al momento, secondo il mio umore o chissà quali altre storie, non ne sono sicura al 100% nemmeno io. So solo che ci sono momenti in cui l’idea di leggere un certo libro mi piace e altre in cui ne preferisco un altro, quindi ogni volta che finisco una storia spendo l’ora successiva ad auto-analizzarmi per determinare cosa affrontare successivamente.

Per qualche ragione a me sconosciuta mi risulta molto difficile stabilire in anticipo cosa leggere durante un certo periodo di tempo, sebbene abbia provato più volte a seguire un elenco di letture. Forse non lo facevo nel modo giusto, forse non ragionavo abbastanza sulle mie scelte, fatto sta che, fino ad oggi, ho sempre scelto cosa leggere al momento.

Allo stesso tempo però ci sono una trentina di titoli che non vedo l’ora di iniziare, che ogni volta che scelgo un romanzo mi dico ‘la prossima volta leggo quello lì’, cosa che puntualmente non succede, titoli che davvero voglio leggere il prima possibile: Arancia meccanica, Norwegian Wood, Il paradiso delle signore, A volte ritorno e molti altri, di generi, epoche e temi diversissimi tra loro.

Così ho deciso che per luglio proverò, e sottolineo proverò, a sforzarmi a leggere dei romanzi stabiliti in precedenza, seguendo una vera e propria TBR list, cosa che non sono mai riuscita a fare in precedenza. Dopotutto, se il detto ‘anno nuovo vita nuova’ vale a Capodanno, magari riesco a farlo valere anche nel momento in cui compio gli anni, quindi tecnicamente è un nuovo anno della mia vita? Bah, vedremo. Per il momento mi limiterò a scegliere solo cinque/sei libri, in modo da lasciarmi un certo margine per leggerne altri nel caso dovessi finire questi prima del previsto e vedremo se così riuscirò a completare questa sfida. Intanto vi lascio la lista dei libri, fatemi sapere se li avete già letti e cosa ne pensate!

  • The seven death of Evelyn Hardcastle, Stuart Turton (tra l’altro, in inglese) perché l’altro giorno a Genova ho trovato un’edizione carina ed economica e non ho resistito alla tentazione. Also, la trama mi intriga moltissimo, un misto del classico ‘mistero della stanza chiusa’ con tocchi sci-fy…
  • A volte ritorno, John Niven, perché dello stesso autore ho adorato Le solite sospette e perché Gesù che torna nel presente ed è spesso strafatto sembra un concetto molto interessante.
  • Manuale per ragazze rivoluzionarie, Giulia Blasi, perché i libri sul femminismo non sono mai abbastanza.
  • American Gods, Neil Gaiman (di nuovo in inglese, visto che si tratta di un libricino di sole 740 pagine), perché l’ho iniziato il mese scorso per poi abbandonarlo nelle ultime settimane, cosa che mi fa un po’ pena.
  • Dance, dance, dance, Haruki Murakami, perché un mese di letture senza almeno un libro dello scrittore giapponese è un mese di letture inutili (scherzo. Non troppo però).

Un pensiero riguardo “Libri da leggere a luglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...