Podcast

Podcast, a beginner’s guide #3 – Murderville, GA

Dopo The Clearing e Veleno, il terzo podcast che ho ascoltato è Murderville, GA.

Ormai la lista di programmi da ascoltare si sta allungando a vista d’occhio e spazia dal true crime alle cospirazioni passando per alcuni racconti, storie di donne e uomini famosi e geniali e molto altro. Ho scelto Murderville perché volevo restare sul tema dei crimini e perché volevo una storia conclusa, anche se ho scoperto in seguito che la situazione viene aggiornata in base a quello che succede alla Corte Suprema della Georgia (poi capirete tutto quanto).

In questo caso ci ho messo poco meno di una settimana per ascoltare tutti gli episodi: nonostante siano di 25-30 minuti (più tre aggiornamenti di 10 min), la storia è complicata, assurda e dolorosa e ho scelto di diluirla nel giro di qualche giorno.

Nel 1998 una donna viene uccisa all’uscita del Taco Bell dove lavora, nella cittadina di Adel, Georgia. Nel giro di poco tempo viene accusato e arrestato il giovane Devonia Inman che si dichiara innocente ma viene ignorato e processato, nonostante le prove siano insufficienti, le testimonianze vengano ritrattate dai testimoni stessi o siano chiaramente false e le voci del paese accusino un’altro ragazzo. Eppure la polizia e il GBI (Georgia Bureau of Investigation) sono certi della colpevolezza di Inman, anche quando un secondo omicidio sconvolge la città.

E qualche tempo dopo la storia si ripete: il proprietario di un negozio e la sua commessa vengono brutalmente uccisi durante una rapina. Questa volta il colpevole viene preso e finisce in prigione: si tratta, guarda caso, dello stesso ragazzo che si mormorava fosse colpevole del primo delitto.

Com’è possibile allora che ci sia voluto tanto per catturarlo? Come mai il suo nome compare solo per qualche linea in uno dei pochissimi rapporti della polizia sul primo caso? E soprattutto, perché la polizia e lo stato della Georgia non hanno fatto il loro dovere fino in fondo al momento delle indagini del 1998? Moltissimi indizi sono stati ignorati, testimonianze chiave sono state omesse dal giudizio e la polizia non ha redatto rapporti che sarebbero potuti essere essenziali al momento di ricostruire l’accaduto.

Commenti

Murderville non è facile da ascoltare. L’ingiustizia e il razzismo sono così lampanti, così chiari, così lontani eppure vicinissimi a tutti noi. Fa incazzare, soprattutto perché in questa situazione non possiamo fare assolutamente nulla. Non possiamo metterci a investigare, non possiamo combattere una battaglia contro il sistema giudiziario americano, non possiamo tirare Inman fuori dalla galera.

Tutto ciò che ci resta è ascoltare la sua storia, parlarne ad altre persone, conoscere il mondo per quello che è per prepararci a cambiarlo. Perché il nostro momento è questo, ora tocca a noi arrotolarci le maniche e raddrizzare tutto ciò che sta andando storto. Tocca a noi combattere contro le ingiustizie che vediamo giorno dopo giorno, dalle più piccole a quelle grandi abbastanza da poter distruggere delle vite innocenti come quella di Inman.

***

Potete trovare Murderville, GA su Apple Podcast, Spotify e sul sito The Interceptor.

Una risposta a "Podcast, a beginner’s guide #3 – Murderville, GA"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...