Bookmas 2019 · Libri

20 libri che voglio leggere nel 2020 | Bookmas 2019 Day 21

So di essere pessima con le TBR: per quanto mi piaccia l’idea di programmare le mie letture, alla fine non seguo mai suddette liste. Questa volta però si tratta di qualcosa di diverso. Voglio scegliere 20 libri da leggere tra il primo gennaio e il 31 dicembre 2020, senza un ordine preciso. Quello che conta è di arrivare a fine anno con quei 20 libri finiti.

Vediamo ora di quali libri si tratta.

1-Il Decameron. Ne ho ereditata una copia dei miei nonni ormai quasi un anno fa ma non sono ancora riuscita a leggerla, nonostante mi incuriosisca molto. Di questo libro so solo quello che ricordo delle lezioni di letteratura italiana di anni fa, ma da quello che mi hanno raccontato alcune amiche che l’hanno già letto, la storia è molto più bella e particolare rispetto alla versione censurata che studiai al liceo.

2-Il priorato dell’albero delle arance. Sembra che tutto il mondo ne stia tessendo le lodi, e devo ammettere che questa volta ho ceduto alla moda e me lo sono fatta regalare dai miei genitori per Natale. Non vedo l’ora di iniziarlo; già solo la copertina è splendida e invoglia davvero a leggerlo, nonostante la mole non indifferente. Ma non mi farò certo scoraggiare da 800 pagine, non quando ci sono di mezzo draghi e donne guerriere.

3-La Certosa di Parma. Non so nulla di questo romanzo. Niente di niente, il buio assoluto. Conosco l’autore perché ho già letto, senza purtroppo apprezzarlo, Il rosso e il nero, e adesso voglio dare a Stendhal una seconda opportunità e vedere se lanciarmi a capofitto in questa storia avrà un risultato migliore rispetto al nostro primo incontro.

4-L’anello del re Salomone. Anche di questo libro so poco o niente. Ma la copertina è molto accattivante e sono pronta a buttarmi e farmi sorprendere.

5-Norwegian wood. Da molti considerato il capolavoro di Murakami, ho preso questo libro ormai molto tempo fa ma ho sempre un po’ di timore all’idea di iniziarlo: se davvero è il più bello, quelli che leggerò dopo saranno tutti deludenti? Ma ormai è passato troppo tempo e voglio leggerlo, altrimenti resterà a prendere polvere sulla libreria per altri anni.

6-Io sono Malala. Ho rimandato la lettura di questo libro per anni senza un vero motivo ma ora più che mai voglio leggere le storie di quelle donne e ragazzine che stanno influenzando la nostra storia in modo tanto profondo.

7-Mansfield Park. L’ho iniziato ormai l’anno scorso, ma in un periodo sbagliato: mi sono fermata dopo qualche capitolo senza più voglia di proseguire. Adesso mi sento più pronta ad affrontare capitoli infiniti e britannici passivi-aggressivi, quindi credo proprio che riuscirò a finirlo entro il 2020.

8-The Goldfinch. Mi è stato prestato da una una mia amica e non posso trattenerlo per molto altro tempo; in più, sono davvero curiosa di scoprire lo stile di Donna Tartt, visto come i suoi libro sono recensiti e apprezzati da tante persone.

9-Cien años de soledad. García Márquez mi piace moltissimo e, sebbene questo sia forse il suo libro più complesso, non vedo l’ora di leggerlo. Ci metterò probabilmente un bel po’ di tempo, ma non importa.

10-The scarlat letter. Il 2020 sarà, a quanto pare, l’anno dei classici. E non poteva mancare La lettera scarlatta in lingua originale: non ho idea di quanto possa essere complicato ma è una storia che voglio leggere da tanti mesi.

11-Il mondo di Sofia. Mi piace molto la filosofia, e questo libro mi è stato consigliato da una cara amica con ottimi gusti in fatto di libri. Non so bene cosa aspettarmi, perché credo sia molto difficile passare da un filosofo all’altro senza confondere il lettore, ma sono davvero curiosa e pronta a prendere appunti!

12-Delitto e castigo. Quanto la commessa di una torteria ti dice che Delitto e castigo è il suo libro preferito, non c’è altra scelta che leggerlo il prima possibile. Anche perché se i suoi gusti in fatto di letteratura sono allo stesso livello delle torte che vende, questo romanzo entrerà nella mia top ten.

13-I Malavoglia. Ho già detto che il 2020 sarà l’anno dei classici vero?

14-I fratelli Karamazov. A volte vengo assalita dal bisogno impellente di leggere roba russa, lunga e più o meno pesante. Tanto vale preparami in anticipo e inserire questo capolavoro in questa lista, dato che la voglia improvvisa tende a colpirmi sempre verso agosto. Va a capire perché…

15-Il Gattopardo. Non so esattamente perché voglio leggerlo, dato che ricordo pochissimo della trama, ma non importa. Non è nemmeno troppo lungo, quindi tanto vale leggerlo ora.

16-Memorie di Adriano. I drammi storici non sono la mia più grande passione, ma uno ogni tanto va bene. Tanto vale che questo sia quindi uno dei migliori e più acclamati della letteratura.

17-Underground. Non so nulla dell’attentato avvenuto nella metropolitana di Tokyo nel 1995; sono sicura che questo saggio di Murakami sia in grado di donare a una situazione tanto tragica un peso e un’emozione molto più intensa di qualunque articolo di Wikipedia.

18-American Psycho. Non ho mai visto il film ma voglio rimediare il più presto possibile. Il che significa che, prima di vederlo, devo leggere il libro. È una tradizione che seguo ogni volta che posso: prima leggo il romanzo e poi guardo il film. Così posso lamentarmi degli errori e dei cambi fatti nella versione cinematografica e rompere le scatole a tutti! Scherzo, promesso: semplicemente, preferisco immaginarmi la storia man mano che la leggo prima di guardare come qualcun altro ha deciso di rappresentarla.

19-Gita al faro. È passato troppo tempo da quando ho letto qualcosa di Virginia Woolf e devo assolutamente rimediare. Fine. No other reason needed.

20-L’uccello che girava le viti del mondo. Amo Murakami, ma ci metto sempre una vita a finire i suoi libri. Per qualche motivo a me sconosciuto non riesco mai a leggere i suoi romanzi con la stessa velocità con cui leggo gli altri. Perciò quando si tratta di leggere i suoi libri più spessi, come appunto questo, sono sempre un po’ esitante, perché so già che ci metterò una vita a finirlo. Ciò non toglie che non veda l’ora di leggerlo: perdermi nella scrittura di Murakami è sempre fantastico.

13 pensieri riguardo “20 libri che voglio leggere nel 2020 | Bookmas 2019 Day 21

  1. Bella lista! Io, che sono un pochettino più vecchia di te… li ho letti quasi tutti. Ti raccomando Dostoevskij, è uno dei maggiori scrittori di tutti i tempi, molto più belli i suoi libri lunghi che quelli brevi, L’idiota è meraviglioso, Delitto e Castigo, I fratelli Karamazov… Auguri e buone letture

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...