Bookmas 2019 · Libri

Il meglio e il peggio delle mie letture del 2019 | Bookmas 2019 Day 29

Dopo aver analizzato il mio 2019 in libri secondo Goodreads, è arrivato il momento di parlare dei romanzi migliori e di quelli peggiori letti quest’anno. Se penso a tutto quello che ho letto, ci sono stati molti alti e altrettanti bassi, purtroppo. Sono felice delle mie letture in generale, ma sento che non ho letto tanti libri eccezionali come negli anni passati. Ci sono comunque moltissime storie e saggi che hanno colpito in modo positivo, ma spero davvero che l’anno prossimo vada meglio. Per ottenere questo risultato credo proprio che sarò molto più spietata: se un libro mi annoia ancora verso la metà, basta, lo lascio perdere. Ho di meglio da fare che bloccarmi inutilmente per colpa di una storia mediocre! Ma lasciamo perdere il futuro e concentriamoci sul 2019: parliamo di alti e bassi!

Libri che avrei potuto lasciar perdere ma che per qualche motivo misterioso ho finito, annoiandomi:

Il Grinta, C. Portis. Mi aspettavo una storia originale, con personaggi indimenticabili e avventure fantastiche, ma mi sono ritrovata con una trama che sono sicura di aver letto in una decina di storie diverse di Tex e come punto centrale del libro una ragazzina insopportabile, bigotta e fissata con la religione, che si comporta come se tutto le sia dovuto. Inoltre il personaggio del Grinta passa quasi in secondo piano rispetto a Mattie, la mocciosa rompiscatole, nonostante in teoria sia il protagonista.

Il Laureato, C. Webb. Tutti definiscono il film come uno dei più grandi capolavori cinematografici mai creati, perciò mi aspettavo un romanzo altrettanto grandioso. Purtroppo ne sono rimasta molto delusa. Benjamin, il protagonista, sembra non provare nessun tipo di emozione; è un idiota, scansafatiche e bambinone che fa tutto senza logica, sentimenti o coraggio. Se la prima parte della storia è lenta e piatta, la seconda ha ancora meno senso e meno emozioni, nonostante il finale magistrale del film. E’ una storia noiosa e, sebbene non banale, è raccontata con tanta apatia da risultare comune e triste come qualunque altra storia di corna e matrimoni falliti.

La spada di Shannara, Terry Brooks. Volete leggere la trilogia del Signore degli Anelli ma tre libri sono troppi? Leggete il primo della serie di Shannara, tanto è lo stesso. Dai personaggi alla trama, tutto è uguale. Gandalf diventa Allanon, l’Anello diventa una spada, Frodo diventa Shea, Sauron diventa Brona. Ci sono elfi, nani, umani, maghi, mostri cattivi, ragni giganti, tutto quello che c’è nella serie di Tolkien, ma di serie B. Magari dal secondo romanzo la storia migliora e acquista un po’ di originalità, ma questo libro è solo una copia della trilogia dell’Anello.

Jazz, Toni Morrison. Magari sono solo troppo giovane per capirla, ma questa storia non mi è piaciuta molto. Si confonde spesso il passato con il presente, i personaggi e le loro storie, e ancora adesso faccio fatica a capire il finale.

Sharp objects, G. Flynn. Dall’autrice di Gone Girl mi aspettavo moooooolto di più: come primo romanzo va abbastanza bene, dato che non è un brutto libro. Il problema è che si capisce chi sia il colpevole o qual è il movente dopo una metà della storia, quindi finirla diventa un po’ noiosa.

Libri super interessanti, che ho amato dalla prima all’ultima pagina e che rileggerò molto, molte altre volte:

Educare al femminismo, Iria Marañón. L’educazione e il femminismo sono temi che mi interessano moltissimo. Questo saggio descrive in modo chiaro e senza censura la nostra società, sottolineando ciò che la rende ancora sessista e offrendo soluzioni realistiche e studi su come crescere i bambini e le bambine in modo tale che, fin da piccoli, siano consapevoli di ciò che ancora sbagliamo e come possiamo migliorare.

Chiamami col tuo nome, A. Aciman. Fin dalla prima pagina sono stata catturata dallo stile poetico e meravigliosamente descrittivo di Aciman. La storia mi è piaciuta davvero tanto, l’ho trovata unica, bellissima e sana: Elio e Oliver, nel mezzo della loro storia, non hanno problemi a stare con altre persone e amici, tanto convinti nei loro sentimenti da non aver paura delle altre persone, come succede fin troppe volte. Sono due ragazzi liberi che vivono le loro emozioni con tutta la loro forza, felici del tempo che hanno. Il che, ovviamente, non ha impedito che piangessi come una bambina alla fine, ma questi sono dettagli.

La vera storia del pirata Long John Silver, B. Larsson. Adoro i pirati e le loro storie sempre nuove e avventurose come poche. E Long John Silver è forse uno dei più interessanti, dopo Sandokan; è un pirata con un codice morale, pronto a lottare per la sua vita con tutte le sue forze, mai disposto a cedere nonostante le disavventure orribili in cui viene gettato di continuo. Tra schiavi e ribellioni, pirati, tesori e capitani intransigenti, John vive, con tutte le sue forze.

Fortune e sfortune della famosa Moll Flanders, D Defoe. Moll ha sfiga, molta, ma come Long John non cede davanti a nulla. Vuole una bella vita, ricchezze e comodità, e se questo significa dover rubare, fare l’amante mantenuta o sposarsi di continuo, Moll lo farà, decisa ad ottenere quello che vuole.

Se una notte d’inverno un viaggiatore, I. Calvino. Poche volte ho trovato libri così frustranti e soddisfacenti allo stesso tempo. Con un romanzo che parla di infiniti altri libri, di lettori e biblioteche, di storie che si intrecciano e altre che si sovrappongono, Calvino ridefinisce la letteratura e quello che essa rappresenta. Non voglio dire altro, per paura di fare spoiler; mi limiterò a consigliarvi di leggerlo, perché è bellissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...