Libri · One-Night Books

One Night Books | La chiave di tutto, Gino Vignali

Tutti dicono che giudicare un libro dalla copertina non è mai una buona idea, ma ad essere sincera io azzecco un buon 99% delle volte: se un volume ha una copertina ben fatta e una trama accattivante, la maggior parte delle volte mi piacerà. E ‘La chiave di tutto’ non ha fatto altro che confermare questo mio superpotere, con mia somma gioia.

Trama

Il tranquillo inverno di Rimini viene brutalmente interrotto da una serie di violenti omicidi che hanno come vittime un barbone, una prostituta e un emigrato etiope. Molte persone sono convinte che si tratti di crimini di odio, ma la giovane vice questore Costanza Confalionieri Bonnet non è d’accordo; secondo lei, una serie di particolari nei delitti non sono riconducibili a violenza casuale verso persone ad alto rischio.

Aiutata dalla sua eterogenea squadra, formata dall’ispettore Orlando Appicciafuoco, colui che conosce gli autori latini meglio di chiunque altro, il vice sovrintendente Emerson Leichen Palmer Balducci, il candido e semplice esperto di… donne? e l’agente scelto, nerd e abilissima con il computer Cecilia Cortellesi, la bella poliziotta insegue il colpevole con tenacia e senza fermarsi davanti a nulla o nessuno.

Commento finale

Il punto di forza di questo romanzo sono i personaggi. La storia è originale, ma passa in secondo piano, lasciando i protagonisti sotto i riflettori. Constanza Confalonieri Bonnet è la protagonista, una donna che ha tutto: è bellissima, intelligente, di famiglia ricca e brava nel suo lavoro. Sarebbe la descrizione perfetta di una Mary Sue da fanfiction, ma il personaggio risulta reale, vivo e per nulla fastidioso; la donna sa ridere di se stessa, è sempre pronta ad aiutare i suoi amici e ammette i suoi errori senza problemi. Al suo fianco c’è un team indimenticabile: l’ispettore esperto di latino, che cita Cicerone, Virgilio e compagnia cantante ad ogni occasione; il vice sovrintendente il cui nome è una storpiatura di Emerson, Lake & Palmer che spara battute più o meno inopportune con l’innocenza di un bambino troppo vivace e infine l’esperta di computer Cecilia, nerd sempre pronta a dimostrare le sue capacità di poliziotta. Anche i personaggi secondari (il medico legale, il sindaco di Rimini e la famiglia di Costanza) sono creati con molta cura, tutti diversi tra loro e con ruoli ben definiti. E’ impossibile non restare affascinati da questa carrellata di protagonisti unici, promesso!

Un secondo punto di forza della storia è la comicità. Personalmente adoro i gialli comici, quei romanzi che riescono a unire una serrata caccia al cattivo con risate continue, perché permettono di affrontare temi più o meno gravi con una leggerezza abbastanza distaccata da non ferire la sensibilità di nessuno, cosa non tanto facile da ottenere come possa sembrare. Come con ‘Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi di Torino‘, in ‘La chiave di tutto’ la narrazione unisce in modo magistrale le indagini della polizia con un umorismo leggero ma consistente. Il risultato è un libro esilarante e intelligente, che si legge tutto d’un fiato. Sempre che ve ne resti dopo aver riso per tanto tempo!

6 pensieri riguardo “One Night Books | La chiave di tutto, Gino Vignali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...