Podcast

Podcast, a beginner’s guide – #CrimeWeekSpecial | CrimeWeek Day 5

Oggi vi parlo di ben 4 podcast in un colpo solo, tutti con una cosetta in comune, ovvero il crimine, tema centrale di ognuno di essi. Partiamo subito!!

1 – DeeGiallo

DeeGiallo è uno dei miei programmi radiofonici preferiti di tutti i tempi. Il motivo è uno solo: Carlo Lucarelli. Il giornalista raccoglie una serie di crimini legati al mondo della musica, lo spettacolo o l’arte, siano essi ‘semplici’ furti, omicidi o sparizioni, e costruisce attorno ad essi episodi di 15-20 minuti. La sua voce è perfetta per la narrazione, in grado di rendere vive le storie lontanissime da noi, coinvolgendo tutti gli ascoltatori, anche quelli meno attenti, con scelte musicali di accompagnamento azzeccatissime. Non importa il tema, anche le storie più conosciute o meno interessanti, almeno all’apparenza, diventano intrighi impossibili da dimenticare. Lo consiglio davvero a tutti: gli episodi sono talmente corti che in un attimo ne divorerete decine e decine.

2 – Crimini

Crimini è un episodio unico di circa un’ora, registrato live al festival PordenoneLegge. Gli scrittori Carofiglio e DeCataldo analizzano perché il crimine ci ossessiona, anzi, perché solo alcuni di essi lo fanno, ovvero quelli che restano irrisolti. Cosa ci spinge a cercare risposte laddove la legge non riesce? Tutti amano le cospirazioni, eppure è strano pensare che passiamo più tempo a creare teorie sempre più assurde su certi casi, mentre quando scopriamo i colpevoli di altri perdiamo interesse relativamente in fretta. E’ un podcast carino che unisce alle riflessioni anche brani tratti da vari libri, eppure mi aspettavo molto di più. Le teorie e spiegazioni offerte dai due scrittori sono interessanti, ma non così fondamentale.

3 – Pietro Maso: io ho ucciso

Nel 1991 Pietro Maso e tre amici suoi uccidono i genitori del primo. Vengono arrestati e processati in tempi brevi, nessuno resiste alla pressione e la polizia ottiene tutte le confessioni di cui ha bisogno nel giro di qualche giorno. In questo podcast, che in realtà era un documentario per la tv ma che è stato reso disponibile anche in questo formato, Maso si racconta. A partire dall’infanzia, gli studi religiosi, fino all’ossessione per la bella vita e la tragica conclusione, Maso, insieme a poliziotti, dottori e psicologi, ripercorrono tutta la storia del ragazzo che uccise i propri genitori, cercandone le cause psicologiche e il movente. E’ la prima volta che sento la storia di un crimine narrata dal criminale stesso, e credo sia un’esperienza unica e molto strana, perché sembra davvero di entrare per qualche ora nel cervello di un omicida, eppure non fa né paura né pena. Non credo che la mia sia una spiegazione adeguata, faccio fatica a descrivere le sensazioni contrastanti che ho provato; vi consiglio di dare una possibilità a Maso di raccontarsi, senza per questo giustificare la sua azione imperdonabile.

4 – Female Criminals (in inglese)

La maggior parte delle volte, quando pensiamo ai criminali come concetto generale, ci immaginiamo un uomo, magari uno con ‘l’aria losca’, una faccia poco rassicurante, oppure un seduttore in grado di convincere le proprie vittime a seguirle con poche belle frasi, eppure le donne commettono altrettanti delitti. Female Criminals racconta le loro storie, dalle vedove nere alle assassine in serie, passando per signore della droga in grado di competere con Escobar (Griselda Blanco passò da essere sua ‘capa’ a socia e infine nemica giurata) e spie, rapinatrici di banche, piratesse e chi più ne ha più ne metta. Gli episodi sono piuttosto lunghi, spesso le storie vengono divise in più parti, ma ne cale la pena, le storie di queste donne sono altrettanto affascinanti, se non di più, di quelle della loro controparte maschile.

****

Se questi quattro podcast non vi bastano, qui sotto trovate una lista di recensioni di altri programmi, tutti ovviamente legati a crimini di varia natura. Buon ascolto!

  1. The Clearing, in inglese: una donna scopre che suo padre è un serial killer e aiuta la polizia con le indagini e insieme al giornalista/conduttore cerca di scoprire se certi casi irrisolti siano opera del suo genitore.
  2. Veleno, in italiano: un gruppo di bambini italiani accusano improvvisamente gli adulti della loro città, compresi i familiari, di satanismo, stupri, omicidi e mille altre violenze. Ma c’è la possibilità che nulla di tutto ciò sia accaduto veramente…
  3. Murderville, GA, in inglese: un uomo viene ingiustamente accusato di omicidio e finisce in galera a vita. Ma come è possibile che le prove, poche e circostanziali, così come i testimoni, che ritrattano tutto o confessano di aver mentito, siano abbastanza da rovinare completamente la vita di un uomo innocente?
  4. Las tres muertes de mi padre, in spagnolo: il giornalista Pablo Romero perde il padre in un attacco terrorista di ETA avvenuto a Madrid. Anni dopo, il caso sta per cadere in prescrizione e Romero inizia a investigare per conto proprio, senza trovare la verità ma avvicinandosi pericolosamente a qualcosa di scomodo, qualcosa senza confini netti. L’unica certezza è che quasi nessuno sembra voler conoscere la verità, oltre a lui. Nemmeno la polizia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...