Libri · Recensioni

Il Guardiano degli Innocenti, Andrzej Sapkowski – The Witcher #1- Recensione

Qualche mese fa ho visto i primi episodi di The Witcher, ma quando ho scoperto che era basato su un libro ho deciso di aspettare a finirlo: secondo una mia regola non scritta e non affatto fondamentale, tendo a leggere sempre i libri su cui sono basati film e/o show prima di vederli. Poi però è iniziata la quarantena, non ho comprato libri online e sono così passati due mesi. A maggio ho finalmente trovato una libreria aperta e ho acquistato Il Guardiano degli Innocenti, che ho letto a inizi giugno e deciso di recensire solo ora, dopo tutti gli altri articoli programmati dei giorni precedenti.

Trama

Geralt di Rivia è uno Strigo, una specie di superuomo che fin da bambino è stato allenato e preparato tramite centinaia di esperimenti e pozioni magiche per diventare estremamente forte, veloce e in grado di usare la magia per cacciare e uccidere i mostri che popolano la terra.

Attraverso otto racconti, di cui uno funge da cornice narrativa che li collega tra loro, il lettore segue una piccola parte delle avventure di Geralt mentre lo Strigo affronta vari mostri e la paura, spesso espressa sotto forma di odio, che gli uomini provano nei suoi confronti.

Attorno a lui iniziamo a vedere una piccola parte dei suoi amici e compagni: la sacerdotessa Nenneke, il bardo Ranuncolo (Jaskier nella serie Netflix) e infine la maga Yennefer, donna potentissima e legata a Geralt in modo misterioso ma indissolubile.

Commenti

La prima cosa che ho notato di questo romanzo è la facilità con cui sono riuscita a leggerlo. Creare un mondo nuovo e descriverlo a lettori che non ne sanno nulla non è mai facile, ma Sapkowski riesce a rendere fluida la lettura anche quando stiamo scoprendo il suo universo frase dopo frase, senza ridicoli momenti di info-dumping o descrizioni inutili e pesanti. In più, spesso e volentieri la lettura prende un tono sarcastico e divertente senza ridicolizzare nessuno ma alleggerendo l’esperienza anche per i lettori meno coinvolti.

Geralt, come personaggio, mi è piaciuto davvero. E’ un uomo silenzioso e solitario, dedicato al suo lavoro e al suo stile di vita con una morale che cerca di seguire in ogni momento, sebbene a volte si trovi a dover prendere decisioni difficili e potenzialmente violente/mortali. E’ saggio, intelligente, capisce in fretta come stanno le cose e cerca sempre una soluzione immediata che non metta in pericolo gli umani vicini a lui, anche quelli che lo odiano. Vediamo le sue regole venire messe in dubbio svariate volte nel corso dei racconti, e non sempre il finale è quello perfetto che vorremmo, anzi; Geralt magari sbaglia, ma se lo fa è perché è convinto di aver compiuto la scelta migliore per coloro che vivono nella zona in cui si trova. Il suo stile di vita nomade e il suo lavoro lo portano in giro per tutto il paese dove stringe amicizia con molte persone, ma la verità è che alla fine risulta come un uomo che incarna l’ideale di eroe solitario tenebroso ma giusto, a volte sarcastico e sempre alla ricerca di qualcosa da fare, qualche mostro da sconfiggere e qualcuno da aiutare.

Un altro aspetto che mi è piaciuto davvero molto è il modo in cui diverse fiabe tradizionali sono state rivedute, corrette e spesso narrate con tinte quasi horror: la Bella e la Bestia nascondono segreti piuttosto sanguinolenti, la piccola Biancaneve ha una storia orribile alle spalle che la trasforma in una donna violenta e manipolatrice che cerca solo la vendetta, il patto di Tremotino spingerà Geralt in futuro ad attirarsi un sacco di problemi formato bambina.

L’unione di queste fiabe riviste e il mondo nuovo e affascinante di Geralt&Co. è un duo formidabile che crea un universo fantasy davvero intrigante ma per nulla perfetto: man mano che leggiamo le diverse storie, i vari personaggi sottolineano vari aspetti problematici del mondo descritto. Vediamo le reazioni degli umani nei confronti di Geralt, che vedono come un mostro necessario per liberarsi di altri più brutti e incontrollabili, ma anche la povertà della maggior parte della popolazione, la violenza che molti deboli soffrono e le discriminazioni nei confronti di altri esseri come gli elfi. In un discorso con Ranuncolo/Jaskier, Geralt e il bardo parlano di come il loro mondo sta cambiando, di come gli uomini stanno sottomettendo al loro volere animali, natura e altre creature rischiando disastri ”ecologici” e di radiazioni solari che non vengono filtrate dall’atmosfera; sono tutti problemi molto moderni e attuali in una cornice completamente diversa da quella da cui siamo abituati, cosa che permette al lettore di riflettere davvero sulla portata di quei problemi nella nostra realtà.

6 pensieri riguardo “Il Guardiano degli Innocenti, Andrzej Sapkowski – The Witcher #1- Recensione

  1. Geralt è un personaggio davvero riuscito e concordo totalmente sulla velocità con cui si legge il romanzo!
    Forse perché non ho visto la serie TV, ma devo dire che purtroppo non sono riuscita a immergermi ancora del tutto nella storia, anzi, spesso ne ero disorientata, e non solo per suddivisione in racconti (l’ho capito solo tipo al terzo).
    Però al tempo stesso non mi si scolla dalla testa e sono curiosa di sapere come andrà avanti 😀

    Piace a 1 persona

  2. Ciao ho letto la tua recensione e mi è piaciuta molto, anch’io ho letto questo libro e tutti gli altri inerenti alla saga ( come te appena scoperto dell’esistenza dei libri o messo in pausa la serie e sono volato su cartaceo ahah) e l’ho trovato fantastico, se ti va ti invito a leggere anche la mia recensione sul Guardiano degli innocenti, anche se è un terzo della tua ahahah vorrei una tua opinione a riguardo, ciao graziee 😀

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...