Serie e Film · Serie TV

Lucifer non mi piace: here’s why.

Era da tempo che volevo iniziare la serie Lucifer e qualche giorno fa, nel mezzo di un pomeriggio mooooooolto noioso, mi sono decisa a farlo. Non è andata come mi aspettavo, anzi, per la prima volta ho mollato una serie a metà senza nessuna intenzione di ricominciarla, anzi; dopo aver visto più di tre stagioni, mi sono fermata a nove episodi dalla fine, eppure non ho la minima voglia di finirla. Ma andiamo con calma. Also, occhio agli spoiler!

La trama è relativamente semplice: Lucifer si stanca di punire dannati all’inferno, quindi decide di trasferirsi a Los Angeles e aprire un nightclub, portandosi dietro Mazekeen, detta Maze, una dei demoni più potenti e spaventosi dell’inferno. Luci passa quindi i cinque anni successivi a fare orge, ubriacarsi ed elargire favori a chiunque glieli chieda, pretendendo sempre un altro favore in cambio. Ma tutto cambia una sera, quando una delle persone a cui aveva concesso un favore aiutandola nella sua carriera da cantate viene uccisa tra le sue braccia. Il Diavolo incontra così la detective incaricata dell’indagine, ovvero Chloe Decker. Chloe è figlia di un’attrice di serie b e un poliziotto morto durante una rapina e ha una figlia chiamata Trixie avuta con un altro detective, Dan Espinoza, dal quale è separata. Mentre Chloe investiga l’omicidio, Luci lo fa per conto proprio e i due continuano a incontrarsi, decidendo alla fine di iniziare a collaborare insieme, data la capacità del Diavolo di farsi dire quello che vuole dai vari sospettati.

Così, negli episodi successivi, la coppia inizia a lavorare insieme su vari casi di omicidi in giro per Los Angeles. Figo vero? Non proprio. Perché quello che mi aspettavo io, ovvero le indagini sugli assassinii, non sono altro che una piccola parte della serie. Parliamo quindi di tutti i problemi che ho trovato guardando le prime tre stagioni e il primo episodio della quarta.

Mazekeen

Maze, il demone, è un personaggio molto particolare, almeno all’inizio. Le piace il sesso e punire gli umani, e al principio della serie vuole solo riportare Lucifer all’inferno. Poi si fa delle amiche, si avvicina lentamente a Chloe e a Trixie e si trova un lavoro come cacciatrice di taglie. Tutto bene, fino a quando si convince che il suo ex e la sua migliora amica non possano stare insieme perché a lei non va bene, resta ferita quando si rende conto che i due stanno comunque uscendo insieme e decide di voler tornare all’inferno, e così facendo inizia a ferire e allontanare le persone intorno a se. Cospira alle loro spalle, litiga senza dare una spiegazione, si comporta da vera stronza, come se nessuno altre a lei avesse importanza. E’ vero che i comportamenti di Luci la feriscono, ma la reazione non ha senso, è esagerata. Verso la fine della terza stagione si rende conto di aver sbagliato e cerca di connettere di nuovo con i suoi amici, eppure gli episodi nei quali Maze è dalla parte dei cattivi sono dei passi enormi nella direzione sbagliata: lo sviluppo del suo personaggio stava andando così bene e all’improvviso la vediamo agire come una vera e propria villain, e nemmeno una scritta bene, che finisce col tradire tutti, ma come una bambina volubile con troppi coltelli addosso.

Amenadiel

Amenadiel è un angelo, il fratello maggiore di Luci. Dopo aver cercato inutilmente di riportarlo all’inferno, l’angelo inizia lentamente a perdere i propri poteri e poco dopo decide che l’unico modo di riaverli è fare da baby sitter a Lucifer. Oltre ad essere una scelta stupida, così facendo Amenadiel si ossessiona con tutto ciò che fa Luci e come deve appoggiarlo e via dicendo, con grande noia da parte mia, per non parlare dei continui discorsi su ciò che è giusto o sbagliato, sul piano di Dio, sul figlio prediletto e via dicendo. No-io-so.

Dan

Dan in teoria ha un lato oscuro e ogni tanto fa qualcosa di totalmente inappropriato per un poliziotto, come consegnare un uomo alla mafia russa per farlo uccidere. Sarebbe stato interessante vedere di più questo lato segreto, eppure la maggior arte del tempo Dan è dipinto come uno sfigato che si fa ridicolizzare da Lucifer tutte le volte che capita l’occasione. Ci sta, se questo viene bilanciato da una serie di azioni inaspettate e crudeli, ma sembra che il lato oscuro di Dan venga usato solo quando gli sceneggiatori non sanno come risolvere un problema.

Daddy/Mommy Issues

Dato che Luci è stato messo all’inferno da sua padre, ci sta ce abbia dei problemi nei confronti di Dio. Ma ci vuole pochissimo per capire che tutta la personalità di Luci è basata su quello: ogni tre per due il Diavolo si lamenta di suo padre, di come l’ha abbandonato, di come si sia sentito tradito dalla madre perché non l’ha difeso, di quanto odi entrambi, di come Dio giochi con gli umani e blah blah blah. E’ noiosissimo vedere Luci che ogni fottuto episodio ha qualche problema con Dio o la Dea della creazione, sua madre. Abbiamo capito che hai problemi, ma dopo un po’ basta. Non dico di perdonare tutti, non è il tuo ruolo, ma almeno lasciami vedere uno o due episodi senza nominare paparino e quanto sia stronzo. Anche perché se voglio vedere uno show con demoni, divinità e daddy issues, guardo Supernatural.

Rapporto tra Lucifer e Chloe

E’ chiaro fin da subito che Luci e Chloe finiranno per stare insieme, o almeno con qualche tipo di tensione romantica tra loro che complicherà la storia. Il problema è che Luci e Chloe scoprono di essere attratti l’uno dall’altra nel giro di una manciata di episodi, sognano di limonare pesantemente, hanno momenti romantici dopo una decina di episodi e poi non fanno. Un. Cazzo. Per. Più. Di. 50. Episodi. Se volete una storia con due protagonisti che lentamente si scoprono innamorati del partner, che però non possono fare nulla per dubbi/altre relazioni romantiche/che cazzo ne so io, fatela bene. Perché di vedere sti due che si innamorano, poi non comunicano, poi iniziano ad uscire con altri ma vogliono continuare a proteggersi e il nuovo fidanzato/a non va bene perché non è Luci/Chloe ma alla fine non fanno nulla per sistemare la situazione è irritante. Insomma, il loro è un tira e molla noiosissimo che non va mai oltre a un bacio molto casto, due sogni semi-erotici interrotti, mezze confessioni gridate e ben poco altro. Le slow burn ci stanno ma solo se fatte in modo decente, come ad esempio in Castle, The Mentalist, Bones e via dicendo.

Lucifer

Non so davvero come abbia fatto a guardare tanti episodi, se consideriamo il fatto che non sopporto il protagonista. Lucifer non cambia quasi mai. Una volta che si rende conto di essere innamorato di Chloe e di volerla proteggere è finita lì, non riesce a maturare oltre a questo punto. E dire che il ragazzo va dalla psicologa fin dal primo episodio!! Eppure ogni volta che parla con la dottoressa Linda, Luci ascolta solo quello che vuole sentire e non fa quasi nulla per migliorarsi. Lo stesso vale per i crimini che in teoria dovrebbe risolvere con la detective: se lui non vede in un dato omicidio la possibilità di trovare una risposta per i suoi problemi, il caso non gli interessa affatto. Non vuole scoprire l’assassino, vuole sempre e soltanto trovare una soluzione alle sue domande o i torti che dice di aver subito. E come se non bastasse, Luci dice di voler proteggere Chloe ma visto che non ascolta mai nessuno finisce sempre per ferirla, non impara mai dall’esperienza, è egocentrico, narcisista e se non è al centro dell’attenzione ogni maledetto secondo non è felice. E’ insopportabile.

Lati positivi

Trixie è carina, la patologia forense Ella pure, Maze è molto bella e con vestiti super sexy, Lauren German (l’attrice che interpreta Chloe) è bellissima, la colonna sonora spacca (ci sono anche CL, TOP e gli SHINee, per non parlare di Rolling Stones, Jimi Hendrix, Cage The Elephant, David Bowie, Beck, The Runaways e moltissimi altri) e Luci si toglie spesso la maglietta? Davvero, oltre all’aspetto fisico degli attori e una manciata di scene divertenti qua e là non ho trovato molti altri aspetti positivi.

10 pensieri riguardo “Lucifer non mi piace: here’s why.

  1. Io ho cambiato moltissimo la mia opinione su Lucifer, ricordo di averla gradita mesi fa come serie e di aver guardato un episodio dopo l’altro, ma provando a riguardarlo ora mi è risultato quasi insopportabile 🤔

    Piace a 1 persona

      1. Assolutamente, io dovrei anche recuperarla l’ultima tra l’altro, non l’ho ancora vista. Però è uno di quei casi in cui allungare il brodo ha peggiorato solo le cose, poi una volta arrivato su Netflix sembrava dovesse terminare dopo una stagione e invece insistono ancora ad andare avanti ahah

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...