한국어 배우기 - Learning Korean

Perché ho iniziato a studiare coreano – 한국어 배우기 #1

Nella lontana primavera del 2016 (credo) presi una decisione, ovvero quella di iniziare a studiare coreano per conto mio. Prima di spiegare come sia arrivata a tale idea però dobbiamo fare una lunga introduzione che ha a che vedere con l’esame di maturità e la burocrazia italiana, tra tutte le cose possibili.

Ero in Spagna da diciotto mesi circa quando mi dissero che sarei dovuta restare lì a Madrid un anno in più rispetto al previsto per una serie di questioni burocratiche che mi obbligarono a ripetere l’ultimo anno di liceo. In Spagna infatti il liceo dura solo quattro anni, ma dato che sono una cittadina italiana io avrei dovuto dare tutti e 13 gli anni che ci toccano. Quindi, sebbene fossi già a metà dell’ultimo anno scolastico, secondo il sistema spagnolo, dovevo farne ancora uno, volente o nolente. Dopo aver discusso con i miei genitori e i professori, venne presa una decisione che mi lasciò molto tempo libero in un periodo scolastico altrimenti pienissimo: per prima cosa, avrei finito quell’anno normalmente, senza però dare l’esame di maturità. Poi, il giugno successivo, sarei tornata a scuola, avrei ripetuto l’anno e finalmente avrei dato la maturità, insieme ai miei nuovi compagni. Ma, dato che avevo già fatto il programma pre-esame, e che i miei voti erano buoni, avrei partecipato solo alle lezioni obbligatorie per la maturità più biologia, che non mi serviva ma che adoro e che decisi di seguire per divertimento. Il che mi salvò la vita, perché non so se sarei sopravvissuta a dodici altri mesi di chimica.

Così iniziai a seguire spagnolo, sia grammatica che letteratura, storia, inglese e matematica, che nonostante mi abbia regalato l’unico 10 della mia carriera scolastica (benedette matrici!) mi fruttò solo un misero 1.25 alla maturità. Seguivo anche biologia, facendo anche le verifiche, più che altro per vedere se fosse possibile prendere un 10 anche lì, ma con mia grande delusione il mio massimo restava sempre e comunque 9.75. Credo che alla fine Doña Piliña, la mia prof, mi togliesse uno 0.25 dal voto finale apposta, in una specie di scherzo tra noi; va bene lo stesso, la adoro comunque.

Dato che ormai avevo un sacco di tempo libero, ogni giorno (o quasi), arrivavo a scuola dopo, andavo via prima e durante la giornata avevo varie ore libere. Spesso mi portavo qualcosa da leggere, ma la maggior parte delle volte facevo altro, ovvero studiavo coreano.

Appena mi dissero che avrei avuto varie ore libere infatti avevo iniziato a pensare come usare quelle ore in modo produttivo e avevo deciso fin da subito di studiare una lingua straniera, meglio ancora se una che usasse un alfabeto diverso. Per qualche tempo ero stata divisa tra arabo, russo e coreano, ma con il tempo avevo iniziato ad ascoltare Kpop (ma questa è un’altra lunga storia), quindi tutto sommato la decisione fu abbastanza facile da prendere. A quel punto, una volta presa la mia decisione, il passo successivo fu quello di comprare un libro di testo di coreano, cosa che feci appena tornai a Torino per le vacanze estive.

Iniziai subito a studiare a luglio e continuai durante tutto l’anno scolastico successivo (tranne l’ultimo mese di lezioni, quando mi concentrai davvero sulla maturità), praticamente ogni volta che avevo tempo. Mi divertivo molto, seduta in un angolo della classe o dei laboratori, o, se il tempo lo permetteva, nel cortile/giardino della scuola, prendendo un sacco di appunti e divorando le regole grammaticali. Facevo più fatica a ricordare i vari vocaboli, ma lo stesso mi era successo con lo spagnolo e il tedesco, al liceo, quindi non ne ero sorpresa. Pian pianino riuscii a finire vari capitoli del libro di testo che stavo usando, ma una volta dato la maturità e tornata a Torino, per qualche motivo smisi di studiare. Nonostante fosse una cosa che io volevo fare, una lingua che volevo imparare per conto mio, senza la pressione di un’esame imminente, persi interesse. Mi ci sono voluti un paio di anni per decidere di ricominciare a studiare in modo più serio, e questa volta ho deciso di farlo iscrivendomi a un corso organizzato dall’Associazione Scuola di Lingua Coreana, qui a Torino.

Presto conto di parlarvi anche della Scuola e moltissime altre cosette, ma per ora, 안녕!!

5 pensieri riguardo “Perché ho iniziato a studiare coreano – 한국어 배우기 #1

    1. È vero secondo te che il coreano è l’alfabeto che meglio riproduce i suoni della lingua che lo utilizza? Avevo letto una cosa del genere tempo fa e rimasi piuttosto sorpreso che esistesse qualcosa di migliore dell’alfabeto greco per il greco.

      Piace a 1 persona

      1. Dato che non conosco il greco non posso assicurartelo, ma ho letto che il re che inventò l’alfabeto coreano usò le posizioni della lingua nella bocca per creare i vari segni. Ad esempio, ㄹ è una via di mezzo tra la lettera R e la L, e rappresenta la posizione della lingua contro il palato e la parte sotto la lingua 😁

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...