Libri

Goodreads VS Bookshelf – App per amanti dei libri

Come ormai sapete tutti, sono un’avida lettrice. Adoro i libri, scrivere e parlare di essi e tenerli belli ordinati sui miei scaffali, ma anche analizzarli e catalogarli in un quadernetto apposito, il mio Reading Journal. E oltre ad esso uso anche, come immagino la maggior parte di voi, Goodreads.

Qualche giorno fa ho scoperto anche un’altra app che mi ha colpita molto, simile per certi versi a Goodreads e molto diversa invece sotto altri aspetti, di cui vi voglio parlare, ovvero Bookshelf.

Partiamo però da Goodreads, un vero colosso nel mondo della lettura digitale. Su Goodreads (che abbrevierò in GR, perché non mi va di ripetere il nome quindicimila volte) l’user crea un profilo che, di base, ha già una serie di scaffali nei quali inserire i titoli che ha letto, che sta leggendo e che vuole leggere. Oltre ad essi, è possibile creare molte altre cartelle e tag con cui catalogare le proprie letture in base a criteri personali; io, ad esempio, ho cartelle per ogni anno, in modo da raccogliere i libri letti in un anno nello stesso posto.

Si possono inserire le date in cui il libro viene letto e alla fine è possibile votare il romanzo (da una a cinque stelle) e lasciare una recensione con o senza spoiler.

Verso metà dicembre, GR crea delle statistiche di lettura basate sul numero di pagine lette, i voti dati ai libri e molto altro, chicca fantastica per chi, come me, adora queste cose.

Ogni anno è possibile anche crearsi una sfida di lettura personale, stabilendo un goal che si vuole raggiungere entro fine dicembre; questo particolare, devo ammetterlo, è il mio preferito.

Ed è qui che GR diventa quasi un social dedicato ai libri: è possibile infatti vedere le sfide di lettura, le statistiche e le recensioni di altri lettori, e a queste ultime è possibile lasciare commenti e perfino mettere mi piace, proprio come su IG, FB o Twitter. Inoltre, ogni persona può seguire o chiedere l’amicizia a un altro profilo, sia esso di una persona famosa o del vostro vicino di casa, quindi moltissima gente accumula anche centinaia e migliaia di followers, come su qualunque altra piattaforma digitale social.

GR organizza anche tutti gli anni i Goodreads Awards, votati dagli user, che scelgono i libri migliori in ogni categoria presente nell’app. E dato l’enorme numero di profili, i voti possono addirittura raggiungere i milioni, il che significa che, pur non avendo la stessa portata di Instagram o Twitter, il parere espresso dalla maggioranza su Goodreads ha un peso enorme nel mondo della lettura. Basti pensare che una volta vidi, in seguito a una lite su Twitter tra due scrittrici, centinaia di persone mettere i voti più bassi possibili ai libri di una delle due per abbassare la sua media su GR, azione che sono sicura avrà avuto conseguenze poco piacevoli per le sue vendite.

Insomma, Goodreads può essere un modo molto comodo per registrare i progressi di lettura e magari per vedere cosa sta leggendo una vecchia conoscenza, ma al tempo stesso l’aspetto più social può stancare un po’, alla lunga. Parlando per esperienza personale, per quanto l’app in generale mi piaccia e a volte trovi utili le recensioni, il fatto che sia tutto così pubblico mi stanca. Non vedo perché la mia home di GR debba essere intasata da “XX ha messo mi piace qui e YY ha letto due pagine di là”: se potessi scegliere, renderei questa pagina una secondaria, mettendo gli scaffali personali come prima cosa che si vede una volta aperta l’app.

Bookshelf (B, per gli amici), è quello che indica il nome: uno scaffale. Qui infatti potete inserire i libri che volete nelle cartelle che volete (per me, TBR, Letti nel 2021, Leggendo e DNF) e catalogarli utilizzando vari tags.

All’interno della scheda di ogni libro, oltre a una serie di informazioni sul romanzo già presenti, potete mettere il vostro voto (anche qui da una a cinque stelle), scrivere le vostre opinioni, inserire la serie a cui il libro appartiene e infine annotare se lo avete prestato a qualcuno, se qualcuno l’ha lasciato a voi o se l’avete comprato, aggiungendo anche da dove, quando e quanto è costato.

E’ possibile cercare i libri tramite il titolo o scannerizzando il codice ISBN (come su GR), ma qui se serve potete inserire più libri in un colpo solo, stabilendo in quale cartella andranno in anticipo, dettaglio utilissimo se, come me, volete registrate tutta la vostra TBR in una sola mattinata. Se il libro che cercate non esiste, crearlo è semplice e velocissimo, basta un minuti e due informazioni generali.

Se su GR esiste la cartella “Voglio leggere”, qui potete mettere i libri in Wishlist, ovvero una pagina apposta per i romanzi che vorrete comprare; tutte le schede dei libri non nei vostri scaffali, inoltre, hanno un bel tastino che vi porta direttamente a poter scegliere tre o più siti internet da cui comprare suddetto volume.

Anche B ha delle statistiche, ma molto diverse da GR: potete infatti vedere un grafico dedicato agli acquisti (quanti, in che mese e per quanti soldi in totale) e uno per le letture, che vi dirà quanti libri avete letto in un arco di tempo scelto da voi (potete vedere le statistiche dei tre, sei o dodici mesi precedenti, oppure di sempre) e quanti, tra tutti quelli che avete caricato nell’app, sono stati conclusi.

Il che è perfetto per me, dato che mi costringe ad affrontare l’enorme numero di romanzi che possiedo e che non ho finito rispetto a quelli letti, mettendo un freno alle mie spese ben poco controllate.

La differenza più grande con GR è che B non è un social: non potete vedere le recensioni di nessuno o seguire un altro profilo, solo vedere il numero medio di stelle date ai libri dagli altri lettori. Ma essendo un’app poco conosciuta, il numero è molto, molto basso; tra i libri che ho inserito, una buona parte non aveva nemmeno un solo voto.

In conclusione, Goodreads e Bookshelf sono molto differenti tra loro: una è fatta per sbandierare le proprie letture e scegliere le successive in base ai voti o alle recensioni generali, l’altra invece è un catalogo di libri che già possedete o che sapete per certo che vi interessa. Credo però che entrambe possano essere molto utili in momenti e a scopi diversi se, come me, siete lettrici e lettori che adorano analizzare, catalogare e classificare libri in ogni modo possibile.

6 pensieri riguardo “Goodreads VS Bookshelf – App per amanti dei libri

  1. Su imdb (sito dedicato ai film) è presente una cosa molto simile alla cartella “Voglio leggere”: si chiama Watchlist, e puoi inserirci tutti i film che hai in programma di guardare. Molti utenti ci mettono soltanto i film non ancora usciti al cinema, ma ci puoi mettere anche dei film già usciti che non hai ancora avuto modo di vedere. La Watchlist torna comoda per quelle sere in cui hai voglia di un film ma non sai quale guardare: scorri un po’ quella lista, e vedrai che presto o tardi troverai un titolo che fa al caso tuo.
    Alcuni film sono rimasti nella mia Watchlist anche per anni prima che mi decidessi a vederli, e spesso mi sono dato dello stupido per non averlo fatto prima, perché erano davvero ottimi. Ad esempio, uno dei film migliori che ho visto l’anno scorso (L’ultimo dei Mohicani) è rimasto nella mia Watchlist per CINQUE ANNI prima che io gli dessi una chance.

    Piace a 1 persona

  2. Non conoscevo Bookshelf, ma uso Goodreads, anche se in modo poco social. Ho 5 amici in croce e mi diverto a vedere i loro aggiornamenti, ma poi parliamo sempre a voce delle nostre letture. Lo trovo comodo sopratutto per tenere traccia dei libri letti o da leggere e anche io adoro le statistiche e la sfida annuale! Che è più che altro uno sprone, non mi impongo nulla se non ne ho voglia.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...