Bookmas 2021 · Libri

Mega haul 2021, #3: tutti i libri comprati tra settembre e dicembre | Bookmas 2021 Day 22

Quest’anno mi ero prefissata di compare un massimo di 36 libri, cosa che ovviamente non è successa. Ho superato il limite di un bel po’, ma non mi sento troppo in colpa: vero che non ho mantenuto un obbiettivo che mi ero prefissata, ma almeno ho fatto fuori 130 libri invece dei 15 previsti (per chiarire: sapevo di avere un sacco di romanzi che non mi interessavano davvero e di cui volevo liberarmi e mi ero prevista di toglierne 15 dalla mia lista, ma alla fine ho quasi decuplicato il numero!!). In un modo o nell’altro, la mia TBR si sta riducendo a vista d’occhio.

Detto tutto questo, parliamo di quello che ho comprato in questi ultimi mesi, nella speranza di non comprare altre cose tra oggi e la fine dell’anno.

PS. qui trovate i libri presi tra gennaio e aprile e qui tra maggio e agosto.

26 – Assassino tra le pagine: l’ho preso solo perché è di Jessica Fletcher e costava poco 🙂

27 – Omicidio in grande stile: idem come sopra.

28 – Il grido della rosa: è il sequel di Il morso della vipera, ovvero la nuova saga di Alice Basso, e appena l’ho visto l’ho comprato: il primo mi è piaciuto moltissimo quindi non ho saputo (o provato a) resistere.

29 – Finché il caffè è caldo: l’avevo intravisto forse l’anno scorso e la trama mi era piaciuta molto, quindi appena l’ho rivisto l’ho comprato. Ed è stata un’ottima scelta, questi due romanzi sono spettacolari.

30 – Basta un caffè per essere felici: sequel del precedente 🙂

31 – I sette mariti di Evelyn Hugo: L’ho preso per via di Cindy, che l’ha adorato, e me lo sono portato in vacanza all’Elba. Nonostante il peso ne è valsa la pena: è un romanzo spettacolare con una protagonista fantastica che non si può non adorare (e odiare, in qualche momento).

32 – A sud del confine, a ovest del sole: l’ho trovato in una bancarella (assieme ai prossimi due libri) e visto che era uno dei pochi romanzi di Murakami che mi mancavano l’ho comprato subito. Devo ancora leggerlo però…

33 – 1Q84 pt. 3: idem come sopra

34 – Poirot e la strage degli innocenti: idem (again)

35 – Circe: visto che ne parlano tutti benissimo non ho resistito. Anche se devo ammettere che non ho ancora letto La canzone di Achille… Il motivo è semplice: so che finisce male (duh) e non me la sento, in questo momento, di leggere una storia del genere. In più è uno dei libri preferiti di quella persona a cui ho già accennato che odia i libri che io amo e di cui odio le letture preferite, perciò…

36 – Ragione e sentimento: sto cercando di leggere tutto quello che posso della Austen e questo mi mancava.

37- Ninth House: ho letto recensioni positive e altre negative di questo romanzo della Bardugo ma costava pochissimo e mi incuriosisce molto, quindi ho fatto un minuscolo, microscopico investimento e l’ho comprato.

38 – I dolori del giovane Werther: preso perché costava un euro.

39 – Il popolo del mare: idem.

40 – Gli inganni di Locke Lamora: anni fa ho conosciuto un ragazzo che non dimenticherò mai e lui stava leggendo questa saga. Avevo completamente dimenticato il titolo ma l’ho rivisto in libreria qualche mese fa e ho scoperto che era il secondo di una saga. Così, mentre ero all’Elba, ho esplorato tutte le librerie di Marina di Campo alla ricerca del primo volume senza successo. Ho trovato e comprato il secondo in solo un paio di tentativi, ma questo in particolare non era da nessuna parte. Ci ho riprovato a Portoferraio, in attesa del traghetto per tornare a casa, e l’ho trovato in una piccola libreria chiamata Libreria stregata, la cui proprietaria mi ha lasciato riposare sulla sedia che aveva in negozio in attesa della partenza del mio traghetto. Non credo dimenticherò mai nemmeno lei e la sua gentilezza…

41 – I pirate dell’Oceano Rosso: leggasi sopra.

42 – Harrow la Nona: Gideon la Nona mi è piaciuto moltissimo (e mi ha anche un po’ distrutta) e così ho dovuto comprare il seguito. Tra l’altro, ho preso anche questo nella Libreria Stregata a Portoferraio.

43 – La casa sul mare celeste: anche di questo avevo sentito un sacco di belle cose e si sono rivelate tutte corrette, forse addirittura riduttive. Questo romanzo è uno spettacolo.

44 – L’ultima notte della nostra vita: ero alla ricerca di qualche libro queer e ho scoperto per caso questo che questo romanzo fa parte della categoria: ne avevo sentito parlare molto bene e a quel punto non ho resistito.

45 – Città di notte: la storia di questo libro (e il successivo) è la seguente: li avevo presi in biblioteca, convinta di avere tutto il tempo del molto per leggerli, ma alla fine non c’è l’ho fatta. Ma visto che volevo assolutamente leggerlo, ho deciso di comprarli. questo l’ho trovato sul sito di Libraccio (a quanto pare, nuovo non lo vendono da nessuna parte).

46 – Il pozzo della solitudine: questo invece l’ho ordinato dalla Luxemburg, una delle mie librerie preferite di Torino.

47 – Lei che divenne il sole: erano mesi e mesi e mesi e mesi che lo aspettavoooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Non vedo l’ora di leggerlo.

48 – A sangue freddo: l’avevo preso in biblioteca anni fa, senza mai avere il tempo o la voglia di leggerlo, ma qualche giorno fa l’ho rivisto e visto che ero in un shopping mood terribile l’ho comprato immediatamente, assieme ai prossimi quattro.

49 – Il padiglione d’oro: idem come sopra (l’ho comprato perché ho adorato Confessioni di una maschera, anch’esso di Mishima).

50 – Il mio anno di riposo e oblio: sono curiosa, a quanto pare è un classico su internet.

51 – La versione di Fenoglio: papà voleva qualcosa da leggere, così ho comprato questo libro e il successivo in parte per me, perché ne parlavano tutti qualche tempo fa e sono curiosa, e in parte per lui.

52 -??? (sempre della serie di Fenoglio): non ricordo il titoloooooooooo……… so solo che era assieme al precedente sullo scaffale e quindi li ho presi entrambi.

53 – Latitudine 0°: mettiamo le cosa in chiaro: quando mi arriva lo stipendio non sono in pieno controllo di me stessa e del mio portafoglio. Così in un solo giorno (o meglio, in una decina di minuti) ho comprato cinque libri. Ouch. Questo l’ho preso perché la copertina mi piace un sacco e la trama sembra una figata.

54 – Jonathan Strange & il signor Norrell: Piranesi mi è piaciuto moltissimo e visto che questo è l’unico altro romanzo della scrittrice voglio assolutamente leggerlo.

55 – Città di spettri: allora. Ho visto molta gente parlarne su internet ma non ricordo affatto la trama o le critiche (né positive né negative); so solo che la copertina mi è piaciuta, ho visto la trilogia completa sullo scaffale e mi sono detta, perché no, tanto ho già superato i miei limiti, tanto vale dargli una chance. Vi farò sapere come va nei prossimi tempi!

56 – Tunnel di ossa: parte due del libro precedente.

57 – Ponte di anime: parte tre.

Per ora è tutto (spero vivamente, cit. mio portafoglio), ci vediamo domani con qualche altro sproloquio sui libri!

6 pensieri riguardo “Mega haul 2021, #3: tutti i libri comprati tra settembre e dicembre | Bookmas 2021 Day 22

  1. anche io ho un fottio di libri da leggere ma dividendomi pure tra videogiochi e film sono sempre molto lento
    do poco spazio nella giornata alla lettura

    avrò almeno una ventina di libri che aspettano dalla mensola sopra al letto, alcuni pure molto grossi (primo dune e un follett)

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...