Bookmas 2021 · Libri

Le mie statistiche del 2021 secondo The Storygraph | Bookmas 2021 Day 29

Fino all’anno scorso usavo Goodreads per catalogare e classificare le mie letture, ma da quando ho scoperto The Storygraph l’ho cancellato e abbandonato del tutto. The Storygraph è molto più figo e pieno di statistiche (come vi spiego nell’articolo dedicato) ed è chiaramente da e per lettori appassionati e con delle statistiche chiare e dettagliate che adoro. E oggi voglio parlarvene un po’ per esplorare il mio 2021 da un nuovo punto di vista.

Partiamo dai mood che leggo maggiormente:

Adoro le storie avventurose, cosa che sapevo anche prima di vedere le statistiche, ma sono sorpresa da quante storie “riflessive” ho letto quest’anno. Ha senso, visto la quantità di autobiografie che ho letto, ma comunque è un bel cambio. L’anno prossimo potrei puntare su qualcosa di più rilassante però…

C’è poco da dire sulla velocità delle storie che ho letto e il numero medio di pagine, oltre al fatto che vorrei, per l’anno prossimo, leggere più libri sopra le 300 pagine. Non mi importa molto la velocità della trama, basta che la storia sia accattivante e che, nei casi in cui sia lenta, riesca comunque a mantenere alta la mia attenzione.

Breve nota: ho letto molti più libri non-fiction del solito!

Il fantasy è decisamente il mio genere, c’è poco da fare. Ho letto anche moltissimi libri “per bambini”, soprattutto durante la prima parte dell’anno e molti meno classici rispetto al previsto. Ho anche divorato tanti Young adults e libri queer rispetto agli anni passati, cosa che mi fa piacere perché dimostra che sto finalmente leggendo cose che mi piacciono e mi interessano davvero. Also, pochissima distopia: mi sono resa conto che ultimamente non ho nessuna voglia di leggere storie di società sul bordo del collasso, mi basta guardare fuori dalla finestra per deprimermi.

Al contrario degli anni passati, il mese in cui ho letto di più non è stato agosto ma settembre. Ho anche letto meno rispetto agli anni passati: più libri ma con meno pagine, in proporzione. E il numero medio di libri al mese (anche se non completo, mancano ancora qualche libro e giorno alla fine dell’anno) mi sembra più basso.

Parlando di voti generali, ho letto romanzi più belli; il mio voto medio è molto più alto rispetto al 3.7 del 2019 e il 3.8 del 2020. Di nuovo, a costo di ripetermi: leggere solo quello che mi interessa davvero è il modo migliore di leggere. Forzarsi a finire storie solo perché classiche o famose non ne vale la pena.

PS: alcuni libri o podcast non erano disponibili su The Storygraph, quindi le mie statistiche personali, che tengo nel mio Reading Journal, sono leggermente diverse. La maggior differenza è nel numero finale di libri letti, dato che qui ne mancano una mezza dozzina rispetto al totale.

6 pensieri riguardo “Le mie statistiche del 2021 secondo The Storygraph | Bookmas 2021 Day 29

  1. Ciao non conoscevo questa applicazione, mi piacciono moltissimo le statistiche e credo che proverò ad utilizzarla. Anch’io nel 2021 mi sono data come obbiettivo di leggere dei libri che mi interessano davvero e ho intenzione di continuare nel 2022. Ti auguro un anno pieno di storie che non dimenticherai più.

    Piace a 1 persona

    1. Sono felice di averti dato un consiglio che ti può interessare! Secondo me ne resterai molto soddisfatta.
      Tanti auguri di buon anno e ottime letture anche a te!! 💚📚

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...