Musica

Le canzoni di Eurovision 2022 secondo il mio “modesto” parere

Eurovision è venuto, ha visto e conquistato Torino, quindi parliamone. Stavolta l’ho visto tutto in diretta, semifinali comprese, e mi sono divertita un sacco. Il passo successivo è, ovviamente, fare una classifica di tutte le canzoni presentate basandoci sui miei gusti personali, ovvero il miglior e meglio qualificato giudice possibile. Lessss goooooooooooo!!!!!!!

Classifica ufficiale (booooooooooooooooo)

40 – Boys do cry, Svizzera. Noiosissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa. E non sopporto la voce del cantante, mi da fastidio. Mi spiace per lui, sembra un bravo tipo, ma il brano è in pratica una ninna nanna, fa addormentare se lo ascolti per più di mezzo secondo.

39 – I am what I am, Malta. Oltre al fatto che l’esibizione sembra uscita direttamente da High School Musical, la canzone è la perfetta definizione di “generic pop song”: banale, per nulla memorabile e tutta uguale.

38 – Die together, Grecia. Parliamoci chiaro: la canzone è carina, la cantante bravissima, MA IL TESTO PARLA DI AMMAZZARSI PIUTTOSTO CHE LASCIARSI, NON è UNA CANZONE D’AMORE è UNA ROBA ESTREMAMENTE TOSSICA PORCO CACCHIO SMETTIAMOLA DI GLOFIRICARE COSE DEL GENERE

37 – Með Hækkandi Sól, Islanda. Altre brave cantanti con una ninna nanna country, ovvero il contrario di quello che voglio.

36 – Rockstars, Germania. Un po’ mi spiace metterlo così in basso perché l’esibizione in sé mi è piaciuta, ma il testo è piuttosto basic e cringy e non riesco a riascoltarla per più di pochi istanti.

35 – Fade to black, Azerbaijan. Se l’unica cosa che ricordo è che il cantante (bravissimo) si è tagliato i capelli tra la semifinale e la finale non è che possa metterla molto più in alto.

34 – Ela, Cipro. Meh.

33 – Circles, North Macedonia. Non mi dice molto ma il talento è innegabile.

32 – Breathe, Montenegro. La canzone riesce ad emozionare ma per poco tempo, poi me la dimentico.

31 – The show, Danimarca. Inizia lentamente, sembra promettere una seconda parte più rock e invece resta comunque lenta e noiosetta. Bonus point per il gruppo tutto al femminile però. Also, da quando la figlia di Ozzy Osbourne è una cantante danese??????

30 – Disko, Slovenia. I LPS mi piacciono, hanno uno stile figo e sono giovanissimi, quindi sono molto promettenti. Disko però non ha nulla di veramente memorabile.

29 – Halo, Austria. La canzone non è malaccio ma la voce di PIA non è il massimo, anzi, ha steccato più volte. In ogni caso sono riusciti a trasmettere un bel po’ di energia nell’esibizione live.

28 – Miss you, Belgio. L’esibizione mi è piaciuta ma si è un po’ persa in mezzo ad altre molto più indimenticabili.

27 – Snap, Armenia. Idem come sopra ma questa me la ricordo un pochino meglio.

26 – That’s rich, Irlanda. Brooke è una di quelle persone in grado di dimostrare la sua personalità unica anche mentre si esibisce; detto ciò, la canzone non è poi così accattivante.

25 – River, Polonia. La canzone è potente e cantata benissimo, ma è l’esibizione ad essere unica per via dei Mistborn usciti dalle pagine di Sanderson e finiti direttamente ad Eurovision.

24 – Guilty pleasure, Croazia. Lo so, la canzone è lenta ma ha qualcosa che mi ha conquistata. Non so cosa però. Forse il vestito.

23 – Sentimentai, Lituania. Decisamente una delle performance più uniche e particolari di tutte (cosa complicata quando sei in concorrenza con tori meccanici, vegani arrapati, lupi alieni gialli, rituali satanici e culi iberici). La canzone mi piace abbastanza ma devo ammettere di non capirla del tutto.

22 – Not the same, Australia. Voce potentissima e testo ancora più bello, nonché outfit pazzesco, ma essendo lenta non la ascolto così spesso, solo quando voglio piangere.

21 – I.M, Israele. Canzone carina e bella esibizione ma non mi convince del tutto.

20 – Lock me in, Georgia. I costumi mi sono piaciuti un sacco, la canzone pure e finisco sempre per canticchiarla a caso durante le mie giornate.

19 – Saudade saudade, Portogallo. Non parlo una parola di portoghese eppure la sua voce riesce a trasmettere esattamente le emozioni della canzone (se ci fidiamo della traduzione di Malgioglio).

18 – Lights off, Repubblica Ceca. Mi piace davvero tanto la canzone e adoro il modo in cui riescono a scaldare il pubblico, ma purtroppo ce ne sono altre che mi sono piaciute di più.

17 – De diepte, Olanda. Devo dire che all’inizio questo brano non mi piaceva, ma più lo ascolto più mi conquista.

16 – Intention, Bulgaria. Mi piace molto ma volevo qualcosa in più: l’inizio è bello rock, ma anche qui l’energia promessa si perde e manca qualcosa nel resto del brano. Figo l’assolo di chitarra.

15 – Space man, Regno Unito. Dopo il fiasco dell’anno scorso, l’Inghilterra torna e spacca con un brano davvero bello e un’esibizione relativamente semplice ma d’impatto (nonché i pantaloni mancanti di Chanel, a quanto pare Sam si è dimenticato i suoi a Londra e la cantante spagnola ha sacrificato i suoi per lui, costringendosi a cantare a culo di fuori. Che generosa).

14 – Trenuletul, Moldovia. Una delle esibizioni più particolari ed energetiche di tutte, conquista nonostante il testo particolare (e i vestiti orribili). Sembra uno di quei gruppi che suonano alle sagre di paese versione sotto steroidi, il tutto nel miglior modo possibile.

13 – Brividi, Italia. Steccate a parte, la canzone mi piace moltissimo e il modo in cui le loro voci armonizzano pure, ma è comunque un pochino lenta per me.

12 – Stripper, San Marino. Probabilmente l’esibizione più… gay? Particolare? Caotica? Tutte e tre insieme? Non lo so, Achille Lauro mi ha conquistata subito e il fatto che non abbia superato la semifinale è probabilmente la mia Villain Origin Story™ (insieme alla Lettonia, OVVIAMENTE).

11 – SloMo, Spagna. Questa è l’unica canzone che ho scoperto pre ESC (dato che volevo sorprendermi non ho ascoltato nessun altro brano pre-semifinali) e mi è piaciuta moltissimo da subito. Anche l’esibizione live è stata indimenticabile (e non parlo del suo culo, non stavolta) ma ho scoperto brani che alla fine mi sono piaciuti di più.

10 – Hope, Estonia. All’inizio questa non mi faceva né caldo né freddo, poi invece riascoltandola mi ha conquistata, esattamente come l’Olanda. Adoro il ritornello e l’energia dell’esibizione.

9 – Give that wolf a banana, Norvegia. FIGATA PAZZESCA. Il testo fa ridere, il balletto è iconico, le maschere e costumi assurdi e meravigliosi. E’ stranezza pura, spacca e uno dei brani che canto di più. E vogliamo parlare della loro canzone su Torino sulle note di Jolene? Icone.

8 – Stefania, Ucraina. Testo commovente, rap fantastico, break dance spettacolare, flauto al livello di Epic Sax Guy, costumi meravigliosi, led bellissimi. Vittoria meritata, anche se non sono i primi nella mia classifica personale. La canzone spacca, punto. Se non siete d’accordo lamentatevi da un’altra parte, non ho intenzione di discutere su quanto sia stata una vittoria politica o no. Anche perché sono sicura che avrebbero preferito perdere e non essere sotto attacco che non il contrario.

7 – Eat your salad, Lettonia. Il testo mi fa morire dal ridere ogni volta che lo sento, l’esibizione è una delle mie preferite e ascolto la canzone varie volte al giorno da quando l’ho sentita per la prima volta. E vogliamo parlare di tutto l’Isozaki che urla *pussy* perché la censura li ha costretti a non cantarlo? Iconic behaviour. PS: l’ho già detto, ma il fatto che non siano andati in finale è qualcosa che non perdonerò mai.

6 – In corpore sano, Serbia. Oltre al fatto che cantano in latino alla fine del brano, la canzone ti entra in testa e non ne esce più. Adoro come sia riuscita a far battere le mani a tutto lo stadio e per qualche motivo che non riesco a spiegarmi ogni volta che la ascolto mi ricorda la mia gatta.

5 – Sekret, Albania. Okay, l’esibizione live non è stata il massimo, Ronela ha stonato varie volte. Ma! La coreografia mi è piaciuta moltissimo, la sua energia è incredibile, adoro la voce profonda ed è uno dei brani in ripetizione sul mio Spotify, al punto che probabilmente sarà nel mio Spotify Wrapped a fine anno. In breve, questa è la mia petizione per rendere Sekret il prossimo gay anthem.

4 – Llamame, Romania. Il ritornello è indimenticabile, anche se devo dire che sto imparando tutta la canzone a forza di ascoltarla. Mi piace moltissimo il modo in cui tutto lo stadio cantava con lui, dava l’impressione di poter essere lì sotto il palco. Inoltre potrei essermi presa una cotta per le ballerine (e voglio i loro costumi!!!!!!). Insomma, una figata che ascolterò per il resto dell’anno in continuazione.

3 – Jezebel, Finlandia. Ho scelto la mia top three in base a quanto grande sia la cotta che mi sono presa per le donne nei vari gruppi? Forse, ma non avete modo di provarlo. Scherzi a parte, Jezebel è una figata, si vede the i The Rasmus sono un gruppo rock con anni di esperienza. Ora la mia missione è quella di imparare a memoria tutta la loro discografia.

2 – Fulenn, Alvan & Ahez. Rituale bretone per invocare un qualche tipo di demone o esibizione della Francia? Nobody knows. Quello che so è che la canzone è fighissima, completamente diversa dal resto e un cambio incredibile dall’anno scorso. PS: LA FRANCIA SI MERITAVA MOLTO DI Più, SE QUALCUNO L’ANNO PROSSIMO SI LAMENTA PERCHé PORTERANNO L’ENNESIMA BALLATA NOIOSA LA COLPA è TUTTA VOSTRA PERCHé AVETE FATTO FALLIRE QUESTA MERAVIGLIA.

1 – Hold me closer, Svezia. Vi giuro che appena ho visto l’esibizione live ho saputo che avrebbe vinto (o comunque sarebbe arrivata tra le prime). Cornelia ha una voce incredibile, che esprime emozioni con una potenza non scontata, per non parlare della naturalezza con cui si muove sul palco. L’intera performance è stata spettacolare e indimenticabile nella sua semplicità, che permette di concentrarsi solo sul talento della cantante senza distrazioni. Awesome job Cornelia!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...