Libri · Recensioni

L’Anima dell’Imperatore, Brandon Sanderson – Cosmere #5

Dopo Elantris ho letto L’Anima dell’Imperatore, una novella ambientata nello stesso mondo e vincitrice del Hugo Award nel 2013. La storia è molto breve e un’altra possibile introduzione al Cosmere: se non volete iniziare da qualcosa di gigantesco, Elantris o L’Anima dell’Imperatore sono perfetti per conoscere l’universo di Sanderson. Una volta o l’altra scriverò un post dedicato solo a quale ordine scegliere, per ora vi dico che potete farlo benissimo sia con la serie di Mistborn che con questi due romanzi.

Trama

Shai ha speso anni a studiare a Riforgiare, ovvero a riscrivere la storia di vari oggetti cambiando magicamente il loro passato per trasformarli in qualcos’altro. Quando viene scoperta mentre cerca di scambiare un quadro con un suo falso, Shai viene condannata a morte per la sua arte, considerata blasfema. L’unica possibilità per salvarsi la vita è quella di usare la sua capacità per Riforgiare l’anima stessa dell’Imperatore, rimasto in stato catatonico in seguito a un tentato omicidio.

Ma la corte è piena di complotti e Shai, suo malgrado coinvolta, deve trovare un modo per completare il suo compito impossibile e restare in vita.

Commenti

Sebbene la storia sia ambientata nello stesso pianeta di Elantris, il regno in cui si sviluppa la narrazione è lontano da Arelon, Teod o Fjorden e non ci sono collegamenti veri e propri con Elantris. Anche il sistema magico è completamente diverso, e di nuovo uno dei punti di forza del libro: questa volta si tratta della capacità, acquisita dopo anni e anni di studio, di riscrivere la storia degli oggetti grazie a degli stampi che imprimono i cambi stessi nei vari oggetti. Sebbene considerata blasfemia, questa stessa abilità viene usata nella corte dell’Imperatore per trasformare degli oggetti comuni in copie sfarzose degli stessi. Questa dualità porta a un interessante conflitto interno, discusso dai vari personaggi, su cosa sia davvero un sacrilegio e cosa invece sia arte.

Shai rappresenta questo conflitto alla perfezione, dato che la sua arte la condanna a morte eppure è l’unica salvezza per l’Imperatore. Man mano che leggiamo la storia scopriamo il suo passato e le sue abilità, ma anche i dubbi e le paure che nasconde dietro una facciata calma e sicura. Shai è un personaggio interessantissimo, in grado di capire profondamente la natura degli esseri umani che la imprigionano ma anche quella degli oggetti attorno a lei. Leggendo anni e anni di diari e rapporti sull’Imperatore, Shai intraprende un viaggio profondamente psicologico alla scoperta di un altro essere umano e del suo passato, ma anche di come potrebbe influenzare il suo futuro grazie alla sua abilità.

In breve, questa novella è un’altra gemma di Sanderson che rappresenta il suo stile alla perfezione: abbiamo un sistema magico unico, personaggi ben studiati e intriganti, una storia particolarissima e infine Hoid, ovviamente.

PS: L’Anima dell’Imperatore è disponibile sia come libro sia nella collezione Arcanum Unbounded, assieme a varie altre storie (tra cui L’Undicesimo metallo e La speranza di Elantris): se volete risparmiare qualcosa prendete solo la collezione, ci sono un paio di novelle e vari racconti legati al Cosmere (molto importanti!).

Un pensiero riguardo “L’Anima dell’Imperatore, Brandon Sanderson – Cosmere #5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...